Tag: gaia pernarella Archivi - Gaia Pernarella

Treno Priverno Terracina, “Sei milioni di euro fermi al MIT, Regione si attivi”

“Avere lasciato Terracina senza collegamento ferroviario è stata una scelta assai poco lungimirante: i sei milioni di euro stanziati per il ripristino della linea ferroviaria dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nell’ambito del cosiddetto “addendum” all’approvato Piano Operativo Infrastrutture siano utilizzati quanto prima per cantierizzare un’opera che cittadini, associazioni e visitatori della terza città

Piano Regionale Rifiuti inadeguato alle esigenze del Lazio

“Le linee guida del Piano Regionale dei Rifiuti non ci sembrano adeguato alle reali esigenze della Regione Lazio né alle stringenti direttive del Parlamento Europeo”. Lo dichiara Gaia Pernarella, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Lazio, che come prima firmataria, nella giornata di ieri ha depositato una interrogazione a risposta scritta al presidente Nicola Zingaretti

PTPR, abbiamo chiesto di sospendere la discussione

“La discussione sull’approvazione di questo piano territoriale paesistico della Regione Lazio va sospesa”. Così Gaia Pernarella, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, in apertura di Consiglio regionale del Lazio, quale prima firmataria, presentando un’articolata questione pregiudiziale e sospensiva alla discussione del testo. “I nove emendamenti presentati dal Partito Democratico lo scorso 15 Luglio in Decima

Appuntamento 5 Stelle a Itri, “L’acqua non è un affare”

Qualità e gestione della risorsa, programmazione degli interventi di manutenzione, bilanci, tariffe, ripubblicizzazione del servizio idrico e, non ultimo, la questione dei pozzi privati e delle derivazioni abusive. Sono questi i temi su cui ruoterà l’incontro organizzato dal Movimento 5 Stelle in programma Sabato 27 Luglio, ore 18, presso il Teatro Punto Zero di Via

Presidio AIB a Ventotene, “Sindaco agisca con coerenza

“Stentiamo a crederlo e attendiamo una formale smentita ma il Comune di Ventotene starebbe per rinunciare al Presidio Anti Incendio Boschivo dei Vigili del Fuoco previsto sull’isola dal 15 Luglio al 20 Agosto. E non, come riportato dalla stampa locale, perché la sede usuale sarebbe occupata da un campo estivo per bambini, e quella alternativa necessitante

Piano Territoriale Paesistico Regionale, “Il Lazio ora è a rischio”

“Nella giornata di oggi con una votazione bulgara nella Commissione X della Regione Lazio, gli emendamenti a prima firma PD hanno reso vani anni di co – pianificazione e di lavoro tra Ministero per i Beni e le Attività Culturali e gli uffici della Regione Lazio, modificando la proposta di delibera numero 26 per l’approvazione

Castello di Gianola tra le dimore storiche, “Corto circuito della Regione Lazio”

“La Regione Lazio si è confrontata con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali in merito alle vicende che da vent’anni ruotano intorno al complesso monumentale denominato ‘Castello di Gianola’?”. Lo hanno chiesto, con un’interrogazione a risposta immediata, che verrà discussa nel prossimo question – time del Consiglio regionale del Lazio, i consiglieri

Sull’intimidazione al Parco Nazionale del Circeo e ai Carabinieri

“Quanto accaduto la notte scorsa ai locali della Direzione dell’Ente Parco del Circeo a Sabaudia cui si è tentato di appiccare un incendio, e la lettera indirizzata al Comandante della Stazione Carabinieri Forestali contenente quattro munizioni da caccia cui va la massima solidarietà, sono l’ulteriore riprova di un territorio fortemente compromesso dove la legalità è

AIB, anche quest’anno il Piano della Regione Lazio arriva in ritardo

“Anche quest’anno la Regione Lazio presenterà al fotofinish il piano Anti Incendio Boschivo (AIB). E dire che proprio il nostro territorio negli ultimi dieci anni è stato uno tra quelli drammaticamente più colpiti dagli incendi estivi”. Così Gaia Pernarella, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, commenta il recente incontro chiesto alla Commissione XII – Tutela

Operazione DIA Smoking Fields, “Chi ha inquinato, ora paghi”

“Richieste di audizione, accessi agli atti, interrogazioni urgenti, mozioni, esposti, di fronte alle ripetute assenze degli Uffici e alle tante risposte elusive, quando non ridicole, ricevute da chi si occupa delle autorizzazioni e del corretto funzionamento degli impianti di rifiuti, avevamo infine auspicato l’intervento dell’Autorità Giudiziaria a cui oggi, una volta di più, tributiamo il