Tag: terracina Archivi - Gaia Pernarella

Rotatoria tra Pontinia e Via Lungo Sisto, “Ecco i tempi fissati da Astral”

“’Se il Comune di Terracina approverà la variante urbanistica entro dicembre, è ragionevole ipotizzare la realizzazione delle procedure di evidenza pubblica da parte di Astral SpA a gennaio 2021, con inizio dei lavori entro febbraio 2021’. E’ quanto ci è stato dichiarato da Astral in merito alla realizzazione della rotatoria tra la Pontina e via

Calcatore a Terracina, “Regione Lazio eserciti i poteri sostitutivi”

“Venti anni di abbandono, degrado, promesse mancate o colpevolmente in ritardo rispetto agli accordi sottoscritti”. Così Gaia Pernarella, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, riassume la storia recente dell’accordo di programma in variante al Piano Regolatore del Comune di Terracina per la realizzazione di un programma di intervento di recupero urbano e realizzazione di un

Pescaturismo e Ittiturismo, “E’ una grande opportunità”

“Finalmente il Lazio ha inserito nel Piano Triennale per il Turismo approvato dal Consiglio regionale le attività di pescaturismo e ittiturismo”. Lo dichiara Gaia Pernarella, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle e vice presidente della Commissione Turismo, prima firmataria dell’emendamento. “E’ un passo in avanti importante per un settore,quello della pesca laziale, che negli ultimi

Bilancio 2020, ecco su cosa abbiamo lavorato e le nostre proposte

Investimenti per il territorio e a sua difesa ma anche sulla persona, le nuove imprese economiche, in favore dei più deboli. E’ in estrema sintesi il lavoro emendativo che Gaia Pernarella, consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Lazio, discuterà da venerdì, dopo l’apertura dei lavori d’Aula giovedì, con l’obiettivo di migliorare la Legge di Stabilità regionale

DEF 2020, “Ecco i nostri impegni per il territorio del Lazio”

Promuovere le città di mare, i borghi marinari e le isole della regione al fine di rilanciarne la tradizione e favorire il loro sviluppo sostenibile. Destinare risorse nel prossimo triennio finalizzate all’implementazione delle reti idriche e fognarie, trasformare luoghi sottoutilizzati o abbandonati di proprietà regionale o di altri enti pubblici previa stipula di intese. Sono

Ecco il progetto della rotatoria tra la Pontina e via Lungo Sisto a Terracina

“C’è voluto l’impegno di migliaia di cittadini ma alla fine, con la presentazione del progetto di oggi (ieri ndr), si apre la fase realizzativa della rotatoria tra la via Pontina e via Lungo Sisto a Terracina, e delle opere annesse quali segnaletica orizzontale e verticale e illuminazione pubblica, che era attesa da tempo dalla popolazione

Draga a Terracina “Bene i chiarimenti e gli impegni per il Sud Pontino”

“Bene la draga a Terracina per risolvere i problemi che da anni segnaliamo in Regione Lazio, già oggetto di diffide da parte degli Enti competenti relative all’insabbiamento del porto marittimo, il cui ultimo dragaggio risale al 2011, e che innumerevoli difficoltà ha creato al trasporto regionale verso le isole ponziane nonché alla intera flotta di

Ex Ospedale San Francesco di Terracina, inizia la fase di recupero

“Sarà rifatta, così come avevo chiesto a più riprese, la copertura dell’ex Ospedale di Terracina già precaria ma ancor più duramente danneggiata dopo gli eventi meteorologici che un anno fa colpirono gravemente la nostra città. È quanto ho appreso visionando un documento siglato dal direttore generale dell’Ausl Giorgio Casati e inviato al Direttore della Direzione

Ecco la nostra idea per il centro di raccolta di Morelle a Terracina

“Avere un’idea chiara del futuro del centro di raccolta di Morelle è fondamentale per la città, il suo sviluppo e la sicurezza di tutti i terracinesi”. Così Gaia Pernarella, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Lazio e componente della Commissione regionale che si occupa di rifiuti conferma la propria partecipazione al convegno / appuntamento con

Treno Priverno Terracina, “Sei milioni di euro fermi al MIT, Regione si attivi”

“Avere lasciato Terracina senza collegamento ferroviario è stata una scelta assai poco lungimirante: i sei milioni di euro stanziati per il ripristino della linea ferroviaria dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nell’ambito del cosiddetto “addendum” all’approvato Piano Operativo Infrastrutture siano utilizzati quanto prima per cantierizzare un’opera che cittadini, associazioni e visitatori della terza città