Tag: lazio Archivi - Pagina 2 di 18 - Gaia Pernarella

Rifiuti, “Stop alla discarica di rifiuti a La Cogna di Aprilia”

“La provincia di Latina paga da anni un prezzo altissimo in termini di inquinamento ambientale a causa della presenza di siti di trattamento e stoccaggio di rifiuti mal concepiti, inquinanti, posizionati in aree non idonee e non può permettersi la realizzazione dell’ennesimo impianto realizzato con le stesse fallimentari modalità, per di più camuffato da intervento

Inchiesta Rifiuti: “Ancora una volta Lazio in indagine rifiuti”

“Non posso e non voglio entrare nel dettaglio delle indagini dei Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico ma prendo atto che ancora una volta la Regione Lazio finisce al centro di un’indagine sui rifiuti: le impressioni che avevo avuto, e che ho poi supportato con dettagliate e ripetute interrogazioni e accessi agli atti alla Direzione Rifiuti

Pro Infantia Terracina, “Un caso esemplare di ignavia e contraddizioni”

“Contraddizioni e ignavia. Così si può riassumere l’attività dell’Assessorato e della Direzione regionale del Lazio in merito all’emblematico caso della ex colonia balneare Pro Infantia di Terracina e, più in generale, rispetto al Piano Territoriale Paesaggistico Regionale e alla gestione successivamente alla sua bocciatura di fronte alla Corte Costituzionale”. E’ il commento di Gaia Pernarella,

Rifiuti Lazio, “Istituzione dell’Autorità di gestione degli ATO è la svolta che serve”

Da otto anni Consigliere regionale, ha seguito costantemente i lavori della Commissione regionale rifiuti attraverso due differenti legislature guidate dallo stesso Presidente, oggi anche segretario nazionale del Partito Democratico. Consigliera Gaia Pernarella come è cambiata la politica dei rifiuti nel Lazio? “A dire il vero sono diversi anni, da molto prima del Presidente Zingaretti, che nella

Operazione antimafia ‘Anni 2000’: “Si torni a investire sul territorio”

“Eliminata grazie agli organi investigativi la “malerba” criminale che ha infestato il Basso Lazio nei territori di Castelforte, Santi Cosma e Damiano e Minturno, auspichiamo che ora si investa con maggiore coraggio in questa parte di territorio economicamente depressa ma ricca di risorse e di storia”. Così Gaia Pernarella, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle,

Consorzio di Bonifica Sud Ovest, “Zingaretti abbandona il Sud Pontino”

“Ancora una volta la Giunta Zingaretti tergiversa, gioca a scaricabarile con gli omologhi della Regione Campania, dimentica che una parte del territorio regionale, naturalmente ricadente nel Lazio, è senza tutela e abbandonato a sé stesso”. Così Gaia Pernarella, Consigliere regionale del Movimento 5 Stelle interviene a margine della votazione in Commissione VIII, Ambiente – Agricoltura,

Lavori all’ex Complesso San Francesco, “Sospiro di sollievo”

“La conclusione dei lavori di ripristino della copertura del complesso di San Francesco messo a dura prova dalle calamità naturali che hanno colpito la nostra città due anni fa non devono illuderci, ancora molto manca prima che uno degli edifici più prestigiosi del patrimonio storico terracinese venga del tutto recuperato. Certamente, però, allo stato tutti

Pro Infantia e PTPR Lazio, “Quello di Terracina non è l’unico caso”

“Quello della Pro Infantia di Viale Circe a Terracina, l’ex colonia balneare, poi scuola, finita sotto sequestro a fine 2020 e al centro di un progetto privato avallato dal Comune di demolizione e ricostruzione basato su pareri formulati sul PTPR regionale bocciato dalla Corte Costituzionale, è solo il caso più eclatante di un cortocircuito che

Bilancio Lazio 2021, “Gli obiettivi raggiunti”

“Duecentomila euro nel 2021 a favore della digitalizzazione dei docenti precari che insegnano nella regione Lazio non ricompresi nel bonus nazionale che come noto è destinato ai soli insegnanti di ruolo, centomila euro nel 2021 e cinquantamila euro nei successivi due anni per la valorizzare delle attività professionali connesse con la pesca quali il pescaturismo

Formazione lavoro, “Tirocinanti lasciati senza indennità a Sabaudia”

“Formare persone all’accoglienza turistica non può trasformarsi in un’offerta di manodopera a costo zero alle imprese nei periodi in cui maggiormente necessitano di personale: è un patrimonio di competenze che trasforma le persone in ambasciatori della propria terra, un impegno specifico che non si chiude con un singolo progetto ma che deve proseguire con una